• Leonardo, terzo anno di Architettura.
    Al Collegio Universitario Paolo VI ho tutto quello
    che mi serve a un prezzo conveniente.
  • Daniele, terzo anno di Ingegneria Elettronica.
    Ho scelto il Collegio Paolo VI perchè
    in pochi minuti raggiungo la mia facoltà.
  • Federico, primo anno di Ingegneria Matematica.
    Il Collegio Paolo VI mi offre
    tutti i servizi di cui ho bisogno.
  • Gianluca, quarto anno di Ingegneria Chimica.
    Con i tutor del Collegio parlo di tutto
    e mi aiutano a riflettere sul mio percorso formativo.

LA NUOVA CONSULTA

collegio universitario paolo VI iniziative
03/10/19


In occasione del primo lunedì formativo dello scorso 30 settembre 2019 è stato presentato il progetto della nuova Consulta.


Il Regolamento del Collegio (articolo 15) espone in questi termini l'organo della Consulta: "In ordine alla condivisione e all'attuazione del patto formativo è istituita la Consulta del Collegio; eletta dagli studenti e nominata dalla Direzione, è composta da 6 studenti, che restano in carica un anno accademico. In accordo con l’équipe dei formatori, la Consulta si incontra periodicamente per coordinare l’animazione e l’organizzazione degli eventi ricreativi, sportivi, culturali e religiosi (anche intercollegiali). Ogni studente, condividendo i propri interessi e capacità, è chiamato a collaborare con la Consulta al fine di arricchire l’offerta formativa del Collegio."


L'evoluzione della Consulta è stata segnata dai seguenti passaggi:

2014. L'Incaricato del Collegio chiede aiuto a qualche Collegiale per realizzare le attività.

2015-2017. La Direzione del Collegio nomina 6 Collegiali eletti  che formano la Consulta. A coppie hanno cura di aree specifiche: sport, cultura e feste. Uno di loro ha anche il compito di occuparsi delle relazioni con l’esterno.

2017-2019. La Direzione del Collegio nomina 6 Collegiali eletti che formano la Consulta. Non sussiste più la divisione per aree.


La nuova Consulta si pone gli obiettivi di allargare ulteriormente la partecipazione dei Collegiali, fare in modo che l'impegno per i membri eletti sia più sostenibile e quello di mantenere gli standard formativi raggiunti.

Sarà così composta da 6 Collegiali eletti e nominati dalla Direzione del Collegio: 2 di I anno, 2 di II e III anno, 2 di IV e V anno e vi prendono parte anche i Responsabili organizzativi.

I Collegiali eletti restano in carica 1 anno accademico e sono rieleggibili all'inizio di quello successivo. Non hanno compiti organizzativi, ma di rappresentanza e consulenza. Saranno gli interlocutori privilegiati dei Formatori per discutere di aspetti inerenti alla progettazione della struttura formativa e di animazione, all’ambiente educativo, a questioni gestionali. Si incontreranno con i Formatori una volta al mese e l’ordine del giorno di questi incontri mensili sarà pubblico, conosciuto in precedenza, aperto a questioni proposte anche da altri Collegiali.

I Responsabili organizzativi agiscono sempre in accordo con i Formatori e la Consulta, possono partecipare su invito dei Collegiali eletti e dei Formatori agli incontri della Consulta, sono coloro che hanno interesse a portare avanti determinate attività o eventi e coordinano i Collegiali interessati a quella attività specifica o a quell'evento da organizzare. Non hanno un mandato specifico in termini di tempo.


I prossimi passi:

7 ottobre 2019. Al termine dell’Assemblea già in calendario ciascun gruppo per anno di Collegiali si ritroverà in forma separata per un momento di confronto. Al termine si forniranno ai Formatori i nomi dei rappresentanti eletti alla Consulta.

8 ottobre 2019. Primo incontro della Consulta per preparare l’incontro del lunedì successivo 14 ottobre relativo alla organizzazione e alla proposta delle attività per l’anno 2019/2020.